Storia di Arcigay Nuovi Colori Verbania: dal 2005 a favore dei diritti LGBTI

La storia di Arcigay Nuovi Colori

Comitato territoriale di Arcigay, nel Verbano Cusio Ossola e Novarese

  • 2005La fondazione

    Il 21 aprile 2005 il Comitato Provinciale del Verbano Cusio Ossola, si è costituito grazie al Congresso Fondativo, tenuto alla presenza di Aurelio Mancuso, Segretario nazionale di Arcigay in quel periodo. Fabio Busana viene eletto presidente.
  • 2007 - 2015Alcuni importanti cambiamenti

    Il Congresso del 2007 elegge Marco Coppola, già consigliere e segretario nel Consiglio Direttivo precedente, alla carica di Presidente e Damiano Tradigo alla carica di Segretario. Verranno rieletti per un secondo mandato a settembre 2010. Marco Coppola diventa anche componente della Segreteria nazionale di Arcigay. In questo periodo, l’Associazione si trasforma: le cariche di Presidente e Segretario sono rese incompatibili con cariche elettive nazionali o locali, la sede da Villadossola si trasferisce a Verbania in Corso Benedetto Cairoli presso l’edificio “Ex Rosa Franzi”, e negli ultimi anni cambia anche il nome in “Arcigay Nuovi Colori”, che nel frattempo inizia il procedimento per diventare Associazione di volontariato e Onlus, che si concluderà poco prima dell’Assemblea Congressuale del 2013. In quell’Assemblea Congressuale sono eletti Stefano Salerno, già tesoriere dal 2010, alla carica di Presidente e Silvia Loffredo alla carica di Vicepresidente/Segretario. La sede legale viene ufficialmente trasferita in Via Vittorio Veneto 135 presso il Centro Servizi per il Volontariato di Verbania, nell’Assemblea Straordinaria del 29 novembre 2013.
  • 2016L'Assemblea Congressuale

    Il 9 settembre 2016, l’Assemblea Congressuale elegge nuovamente Stefano Salerno nel ruolo di Presidente, Silvia Loffredo come Vicepresidente e Domenico Russo come Tesoriere. Alla squadra si aggiungono Michele Moramarco, nel ruolo di Segretario e Samantha Crescini come responsabile donne e tematiche di genere.
  • 2017Nuovo Consiglio Direttivo

    A gennaio 2017 Domenico Russo assume la carica di Vicepresidente oltre a quella di Tesoriere, mentre a marzo 2017 è eletto consigliere Alberto Vinzia, responsabile comunicazione e web. A marzo 2018 viene riconfermato il Presidente Stefano Salerno, che è eletto insieme a Domenico Russo, nel ruolo di Segretario/Tesoriere e Michele Moramarco, nel ruolo di Vicepresidente.

Una Storia che parte da lontano

Il primo circolo Arci-gay nasce informalmente a Palermo il 9 dicembre del 1980 da un’idea di Don Marco Bisceglia, sacerdote cattolico dell’area del dissenso, come reazione all’emozione suscitata dal ritrovamento del corpo di una coppia di giovani amanti uccisi a Giarre, in provincia di Catania, a causa della loro relazione gay.

Pochi mesi dopo, il 22 maggio, Massimo Milani, Gino Campanella ed altri 6 volontari costituiscono legalmente l’associazione ARCI-GAY (Associazione per la liberazione omosessuale) per l’affermazione della libertà, dell’uguaglianza, dei diritti civili, della presa di coscienza nei rapporti umani ed eleggono il primo presidente: Salvatore Trentacosti.

Nel marzo del 1985, altri circoli Arci-gay nati nel frattempo in diverse città italiane e gruppi di militanti fuorusciti dal Fuori! confluiscono in Arcigay e si dotano di una organizzazione nazionale, di una piattaforma di iniziativa politica condivisa ed eleggono presidente Beppe Ramina a cui succederà, nel 1987, Franco Grillini. L’associazione stabilisce la sua sede nazionale a Bologna, presso il Cassero di Porta Saragozza, ed incomincia a muovere i primi passi per offrire piena cittadinanza a gay, lesbiche, bisessuali e transessuali e a promuovere un’immagine realistica e positiva della condizione omosessuale.

Diventa Socio